Parrocchia Madonnina Freto | admin
1
archive,author,author-admin,author-1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-1.0,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Dall’8 al 15 luglio si è svolto a Val Dorizzo (una frazione di Bagolino – BS) il campo estivo parrocchiale.
Un campo pieno di novità a partire dalla presenza di don Giacomo Aprile che, ancora prima del suo ingresso ufficiale in parrocchia, ha deciso di vivere questa avventura con in giovani della parrocchia … un bel “battesimo”!Bello anche perché, e qui veniamo alla seconda novità, il campeggio quest’anno ha coinvolto le età dalla III elementare alla III media, con tanto di giovani delle superiori e uno staff di adulti a fare da educatori.
Insomma, una bella compagnia di 60 persone in tutto che ha letteralmente movimentato la calma e tranquilla vallata!Una compagnia variopinta, quindi, spesso rumorosa e disordinata, ma che ha sperimentato davvero la bellezza dello stare insieme nonostante le diverse età ed esigenze.
Per questo ci auguriamo che l’esperienza abbia accresciuto in tutti i ragazzi la voglia di “comunità” e il desiderio di stare insieme per condividere il sogno che il Signore ha per ciascuno di noi.
Quindi, grazie a tutti! Grazie alle belle montagne che hanno riempito di panorami bellissimi i nostri occhi, grazie per la fatica del cammino che ha restituito alle nostre gambe lai voglia di andare sempre oltre la meta, grazie alle belle attività, ai giochi, ai momenti di silenzio, ai pasti condivisi … e grazie a chi ha preparato tutto questo per noi!

Suor Silvia Scaravelli

DettoFatto è il tema che ha accompagnato il Centro Estivo della nostra Parrocchia. Un tema che ci ha permesso di riflettere sulla creazione, ovvero, su tutto quello che di bello il Signore ha messo a nostra disposizione fino a scoprire che, in mezzo a tanta Bellezza, la cosa più bella siamo proprio noi! Nonostante i nostri limiti e imperfezioni il Signore non rinuncia ad affermare che siamo “cosa molto buona”, ovvero cosa degna di essere amata perché fatta a immagine e somiglianza di Lui, che è Amore. Questo è il messaggio che, come staff di educatori, abbiamo cercato di far passare ai tanti bimbi e ragazzi che sono passati dal nostro centro estivo! Come?Attraverso laboratori manuali sui 4 elementi (terra, acqua, aria e fuoco), tornei da veri campioni, balletti con coreografie straordinarie, passeggiate a zonzo sugli alberi, scenette da premio Oscar e mirabolanti grandi giochi, tutti hanno avuto modo di mettersi in gioco e di mettere a disposizione degli altri i propri talenti affinché tutti potessimo gustare la bellezza dello stare insieme!
Un grande grazie va a tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di tutto questo: dal paziente e accurato lavoro di segreteria, all’operoso e generosissimo servizio in cucina, alla cura e alla formazione degli animatori e alla disponibilità di quest’ultimi nel mettere a disposizione dei più piccoli della nostra comunità, il proprio tempo e tante, tantissime, energie. Di tutto questo ringraziamo il Signore che non smette di benedire la nostra comunità con così tanti doni.

Il giorno 11 giugno 2017 la parrocchia di Freto era in festa per la consueta Sagra annuale.
Nei giorni precedenti si sono svolte diverse funzioni religiose tra le quali S. Messa e benedizione del pilastrino per il S. Rosario ai TRE OLMI, concludendo venerdì 9 Giugno con S. Messa e commemorazione dei caduti della guerra 1915/1918.
Come sempre, domenica mattina, si sono trovati i soliti volontari per allestire i banchi del mercatino, torte, pesche dolci, frutta e fiori.
Alle ore 9.00 S. Messa e alle ore 11.15 S. Messa Solenne assieme alla comunità nigeriana con processione al cimitero adiacente; in seguito, con un rinfresco, si è salutato Tesvin che ci lascia per andare in un’altra parrocchia a svolgere il suo servizio a Spezzano.
Nel pomeriggio, sempre con la comunità nigeriana, si sono svolti i preparativi dei tavoli e sedie per la serata. Alle ore 18.00 è iniziata la 28° camminata di Freto conclusa con la premiazione dei vincitori. Presente l’assessore alle politiche sportive e giovanili dott. Giulio Guerzoni.
La serata è stata infine allietata con musica, gnocco, tigelle, lambrusco e pignoletto.

Il 28 maggio scorso tutta la comunità delle tre parrocchie di Rami, Stuffione e Ravarino, si è raccolta intorno al loro parroco per festeggiare il decimo anno dell’ordinazione di Don Mattia.
Anche la Madonnina era presente con nutrito gruppo di parrocchiani che hanno voluto festeggiarlo.
E’ stata una bellissima festa: una Santa Messa molto sentita e partecipata ha aperto una giornata piena di festa ed emozione. L’arrivo dei parrocchiani della Madonnina è stata una sorpresa, faticosamente mantenuta, ma ben riuscita, e l’emozione sul viso di don Mattia è stata talmente evidente che ci ha commosso tutti.
I quattro anni trascorsi alla Madonnina sono stati importanti e noi siamo stati felici di vedere una comunità così affezionata a questo parroco che è stata una colonna per la nostra comunità.
Auguri don Mattia

Anche quest’anno una quindicina di coppie della nostra parrocchia hanno voluto festeggiare il loro quinquennale anniversario con la comunità.
E’ stata una bella cerimonia con giovani sposi e anche meno giovani … ben 50 anni di matrimonio e ci riempie di gioia averli festeggiati. E come sempre un bel brindisi finale.

Il 30 aprile 60 bambini della nostra Parrocchia si sono accostati per la prima volta al Sacramento dell’Eucarestia.
Come di consueto, i bambini sono stati divisi in due gruppi : quelli che durante l’anno sono stati seguiti da Cesare, Elisabetta e Carlo hanno vissuto questo momento alla Messa delle 10, quelli seguiti da Mirella, Laura, Raffaella e Silvia hanno partecipato alla Messa delle 11.15.
I bambini, benchè emozionati, durante la Celebrazione sono stati attenti e coinvolti ed hanno seguito con partecipazione, anche perchè il Vangelo del giorno, particolarmente significativo per l’occasione, era già stato vissuto da loro durante il ritiro : il racconto dell’apparizione di Gesù ai discepoli di Emmaus.
La Prima Comunione, per sottolinearne l’estrema importanza, è stata ricevuta sotto le due specie del Pane e del Vino.
Alla fine della Messa ad ogni bambino è stato donato un panino, con l’impegno di condividerlo a tavola con la famiglia, come simbolo
dell’esperienza vissuta.